i canali Florian Metateatro  FB  - INSTAGRAM -  YOUTUBE

Sostieni la cultura, non ti costa nulla. Dona il 5x1000 al Florian Metateatro

Basta inserire il codice fiscale del FLORIAN METATEATRO ONLUS - 00275690683

Le Giornate del Contemporaneo con il Florian Metateatro e Sibilla Panerai

ARTE E FEMMINISMO IN ITALIA talk online a cura di Sibilla Panerai


Il 5 dicembre alle 16,00 in occasione della XVI edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e Mibact, il Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale di Pescara con la studiosa e docente Sibilla Panerai presentano il talk online ARTE E FEMMINISMO IN ITALIA, con Raffaella Perna, curatrice e docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università degli Studi di Catania e Silvia Giambrone, artista e performer, tra le autrici dell’immagine guida di questa edizione, basata sul concetto di comunione e condivisione dell’arte.
Il talk andrà in diretta sul canale Facebook del Florian Metateatro, nel pomeriggio del 5 dicembre, in contemporanea a livello nazionale con la rete AMACI e a tutti gli eventi che hanno aderito all’iniziativa, giunta ormai alla sua sedicesima edizione. L’incontro rimarrà poi a disposizione degli interessati anche sul canale You Tube del Florian Metateatro.

Silvia Giambrone - Senza titolo con spine, 2017
Silvia Giambrone - Senza titolo con spine, 2017

Rinvio attività aperte al pubblico dal 26 ottobre al 24 novembre

Siamo di nuovo qui a scrivervi di un rinvio.
L’Anteprima di A Fondo della regista Nardinocchi, che avremmo avuto al Florian Espace da giovedì sera, non ci sarà per le nuove disposizioni anticovid.
Ci teniamo però a dire forte che il Florian Metateatro non chiude, continua a lavorare, programmare, ripensare i suoi luoghi e i suoi contenuti. Lavoreremo per continuare ad esserci, nei tempi e modi che saranno possibili. Lavoreremo per il pubblico storico del nostro teatro e per quello che verrà, perché il Teatro è vivo, oggi più che mai, lo abbiamo visto durante il primo doloroso lockdown, questa estate negli spettacoli all’aperto e lo dimostreremo, insieme, anche adesso.
Intanto le nostre attività di formazione continuano, sempre nella massima attenzione e rispetto delle normative.
Continueremo ad alimentare il flusso di creatività attraverso le Residenze teatrali, la progettazione e la creazione dei nuovi spettacoli, così da essere pronti per quando sarà possibile tornare in scena dal vivo “a riveder gli sguardi" e "ritrovar la compresenza".
Continuerà l’attività di segreteria e la sfrutteremo al massimo per rispondere a quella che ieri Marino Sinibaldi chiamava “una mobilitazione all’altezza dei tempi”.
Ci faremo trovare pronti per questi tempi incerti come sempre, e da sempre, il teatro ha fatto.
 
Lo staff del Florian Metateatro

le nuove produzioni Florian Metateatro

 

in Anteprima  Nazionale 29-30-31 Ottobre ore 20.45

1 novembre ore 17.30 Florian Espace
A FONDO

una produzione Florian Metateatro, Theatron Produzioni, Teatro di Sacco, Rueda Teatro
Drammaturgia Laura Nardinocchi, Niccolò Matcovich
Regia Laura Nardinocchi
Con Antonio De Stefano, Ilaria Giorgi, Claudia Guidi
Scene Marco Guarrera, Claudio Petrucci, Luci Marco Guarrera, Suono Dario Costa

 

È meglio fare di tutto per restare a galla o avere il coraggio

di andare a fondo?

A FONDO è un viaggio che intreccia due differenti piani; la lotta interna all’essere umano, con i propri desideri, i propri sentimenti e le proprie necessità, nella società, in famiglia e nella sua solitudine, e la lotta con una condizione esterna: fuori c’è un’ acqua che sale, un’ acqua che penetra, domina, altera, un’ acqua che arriva a sommergere senza lasciare via di scampo. 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA 085 4224087 - 393 9350933

 

 

 


Venere in pelliccia di Gianni De Feo

di David Ives dal romanzo di Sacher-Masoch

regia Gianni de Feo con Gianni De Feo e Patrizia Bellucci

Prima Nazionale il 15 OTTOBRE

REPLICHE FINO AL 25 OTTOBRE 2020

dal giovedì al sabato alle 21.00 la domenica alle 17.00

TEATRO LO SPAZIO ROMA

“Siamo tutti facili da spiegare, ma non da districare”

L’Asino di Jesper Halle

Una produzione Florian Metateatro - Centro di Produzione Teatrale in coproduzione con KHIO di Oslo (National Academy of the Art), Teatri Molisani – Teatro del Loto e Teatro Stabile delle Arti Medievali, nell’ambito del progetto Eu Collective Plays-Europa.

 

Di Jon Jesper Halle | Regia di Gianluca Iumiento

con Anna Paola Vellaccio e Stefano Sabelli


Laboratori Teatrali 2020/2021

Gli storici laboratori del Florian Teatro si organizzano per la nuova stagione 2020/2021 !
Ripartono i Corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti

LABORATORIO ATELIER ESPACE

Martedì e Giovedì dalle 20.30 alle 22.30
ogni gruppo un giorno a settimana
a cura di Umberto Marchesani
laboratorio per giovani e adulti dai 18 anni
👉🏻 prenotarsi via telefono (whatsapp o sms) al numero ☎️ +39 328 262 9708 o al 085 4224087
📌 portare abbigliamento comodo per una prova di laboratorio
LABORATORIO TEATRANDO
Martedì, Mercoledì e Giovedì dalle 17
ogni gruppo diviso per età, con frequenza di un giorno a settimana
a cura di Flavia Valoppi e Emanuela D'Agostino
Laboratorio per bambini e ragazzi dai 6 anni 
LABORATORIO TEATRANDO MASTER
per i ragazzi dai 15 anni il laboratorio teatrale pensato per gli adolescenti
👉🏻 prenotarsi via telefono (whatsapp o sms) al numero ☎️ +39 347 164 3014
📌 portare per bambini e ragazzi i calzini antiscivolo
I corsi si svolgeranno negli spazi del FLorian Metateatro, via valle Roveto 39, con la massima attenzione per le norme anticovid, igienizzazioni, distanziamento
Sarà importante
👉🏻 prenotare la propria lezione di prova via telefono (whatsapp o sms) ai numeri indicati!
I corsi si sovlgeranno da ottobre a maggio circa con la realizzazione dello spettacolo di fine corso.

Torna Tutti a Teatro! Estate 2020

Il Teatro per bambini, ragazzi e famiglie del Florian ritorna!

Dopo la lunga pausa forzata eccoci più energici che mai, nuovi spettacoli e grandi riproposte, la rassegna di Città Sant'Angelo e la coraggiosa Doralinda in giro per l'Abruzzo... e anche molto molto più lontano!

MUTA IMAGO con Colonia allo spazio Pineta Teatro D'Annunzio

 

dal 21 al 23 luglio

e dal 26 luglio al 1 agosto 2020

dalle ore 18.00 alle ore 20.00

Spazio Pineta del Teatro D’Annunzio

Lungomare Cristoforo Colombo, 122

da un'idea di Glen Blackhall, Riccardo Fazi e Claudia Sorace

realizzazione cupola Maria Elena Fusacchia partitura sonora Riccardo Fazi

 

Istallazione-performance per due spettatori alla volta ambientata all'interno di una cupola geodetica in legno e alluminio, montata nel cuore verde della città, nello Spazio Pineta del Teatro D’Annunzio, un teatro immerso nella natura.

Lo spettatore potrà mettersi comodo sdraiandosi su un lettino e sarà allora che inizierà il proprio viaggio individuale attraverso lo spazio-tempo, la forma delle stagioni, l'alternanza tra sonno e veglia, il processo di crescita e di invecchiamento.

 

I biglietti si potranno ritirare sul posto

prenotazione telefonica obbligatoria ai numeri 085 4224087 cell. 393 9350933

Continua "Il Florian e i Musei"  al Museo Paparella Treccia

mercoledì 15 luglio

ingressi ore 18,30 / 18.50 /19.10

Vi stavo aspettando

dalle Metamorfosi di Ovidio alle Ceramiche di Castelli

 

Un viaggio itinerante nel giardino di Villa Urania accompagnati dalla musica dal vivo e dai racconti di Diana, Atteone, Venere, Adone, Pigmalione, Polifemo, Galatea, fino a Pan e Siringa. La drammaturgia infatti si lega alle opere custodite nel museo, una straordinaria raccolta di maioliche artistiche di Castelli.

regia Alessio Tessitore
con Giulia Basel, Flavia Valoppi, Alessio Tessitore, Daniele Ciglia
e i giovani allievi di Teatrando Master
musiche eseguite dal vivo al flauto da Manuela Martinelli, Cristina Santonastaso e Benedetta Pennese
Si ringrazia il Presidente della Fondazione Paparella Treccia, Dott. Augusto Di Luzio, la direttrice scientifica Arianna Chiriatti e le collaboratrici del museo Virna Caranci, Raffaella Cordisco, Federica D'Amato, Martina Puca.

 

Repliche 22 e 29 luglio,  5 e 12 agosto, sempre di mercoledì

 

Nel rispetto delle normative anti-covid gli spettacoli si terranno all’aperto con sedute distanziate per un numero limitato di spettatori.

I biglietti si potranno ritirare sul posto previa prenotazione telefonica ai numeri 085 4224087 cell. 393 9350933

Museo Paparella Treccia ingresso spettacolo+visita al museo €9

 

Si raccomanda l’uso della mascherina

In caso di pioggia gli spettacoli si terranno all’interno sempre rispettando le norme

il 9 luglio "Il Florian e i Musei" riparte dal Cascella

 

9 luglio

due repliche ore 18,30 / 19,30

"Il Tempo delle Nuvole - Michele Cascella dallo Stabilimento Cromolitografico di Basilio a PacificGrove" uno spettacolo reading dedicato ai Cascella

 

drammaturgia di Giulia Basel, liberamente ispirata, con la consulenza di Letizia Lizza, all'autobiografia di Michele Cascella, che ci riporta, attraverso i ricordi alla Pescara e all’Abruzzo di inizio ‘900, ad una famiglia di artisti che ha saputo creare collegamenti nazionali e internazionali, passando dalla pittura alla scultura, alla litografia, arte in cui Basilio eccelleva, alla ceramica e perfino all’editoria con “L’Illustrazione Abruzzese” e “La Grande Illustrazione”. Ma ci porta anche in America, a Milano, a Portofino, luoghi salienti della vita e dell’attività di Michele.

In scena Umberto Marchesani e la stessa Giulia Basel che ha curato anche la regia e la scelta delle musiche che accompagnano la performance, grazie al supporto tecnico di Tony Lioci Globster.

 

Repliche 23 luglio, il 6 e il 27 agosto, 10 settembre, sempre di giovedì

 

Nel rispetto delle normative anti-covid gli spettacoli si terranno all’aperto con sedute distanziate per un numero limitato di spettatori in orari pomeridiani.

I biglietti si potranno ritirare sul posto previa prenotazione telefonica ai numeri 085 4224087 cell. 393 9350933

Museo Cascella ingresso spettacolo+visita al museo €10

 

Si raccomanda l’uso della mascherina

In caso di pioggia gli spettacoli si terranno all’interno sempre rispettando le norme

Il Florian riparte dai Musei

Il Florian riparte dai Musei. Pomeriggi di Arte e Spettacolo
all'aperto per un numero di spettatori limitato, con il necessario distanziamento ma con due repliche al giorno  alle ore 18,30 ed alle ore 19,30

Naturalmente su prenotazione!

 

 

Tickets

 

Nel rispetto delle normative anti-covid gli spettacoli si terranno all’aperto con sedute distanziate per un numero limitato di spettatori in orari pomeridiani.

 

I biglietti si potranno ritirare sul posto previa prenotazione telefonica ai numeri     085 4224087 cell. 393 9350933

 

Museo Cascella ingresso spettacolo+visita al museo €10

 

Museo Paparella Treccia ingresso spettacolo+visita al museo €9

 

Aurum ingresso spettacolo €6

 

 

 

Si raccomanda l’uso della mascherina

In caso di pioggia gli spettacoli si terranno all’interno sempre rispettando le norme

 

La programmazione estiva del Florian sta per tornare !

L'attività del Florian sta per riprendere, durante l'estate saremo con voi con spettacoli teatrali, concerti musicali, teatro ragazzi.

Ci stiamo preparando perchè tutto sia sicuro, in base alle nuove norme anti covid, e appassionante come abbiamo sempre fatto!

Rimani collegato con il nostro sito e i nostri canali social per non perderti nulla

Sospesi gli spettacoli di marzo

 

Caro e affezionato pubblico del Florian,

 

fino a ieri sera, con la buona riuscita dello spettacolo La Chiave dell'ascensore, siamo andati avanti con passione e amore per il nostro lavoro. Purtroppo ci troviamo ora a fermarci come quasi la totalità dei teatri italiani, a seguito di quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, concernente le Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19 che dispone la sospensione di

 

«manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro».

 

Fermiamo la programmazione per il mese di marzo, sia di Teatro d'Autore e altri linguaggi, che di Tutti a Teatro!, nell'attesa che passi l'emergenza.

 

Come tutto il comparto teatrale e dello spettacolo dal vivo siamo in apprensione per il nostro lavoro e per il servizio culturale e sociale che svolgiamo, ma aspettiamo fiduciosi che si possa ricominciare in aprile, con più energia di prima.

 

Cercheremo di recuperare non appena possibile gli spettacoli rinviati, continuando a tenervi aggiornati tempestivamente.

 

 

Giovedì 5 marzo ore 20.45 Florian Espace

LA CHIAVE DELL'ASCENSORE di Agota Kristof

Florian Metateatro - CSS/Accademia degli Artefatti 

traduzione di Elisabetta Rasy

con Anna Paola Vellaccio
allestimento e regia di Fabrizio Arcuri
assistente alla regia Francesca Zerilli

Una stanza che gli spettatori sbirciano da una finestra. Avvolta dalle volute della nebbia  e dal vento che le muove i capelli...la donna racconta la storia a se stessa, la racconta per l'ennesima volta. Tutto e' reale e simbolico allo stesso tempo le luci, i rumori, la voce che le fa eco che le rimbomba nella testa, mentre accetta ogni privazione, accetta di non muoversi più, di non sentire più, di non vedere più, fino a che non arriva la minaccia. Piuttosto la vita ma non la voce.

Al termine della serata Incontro con la Compagnia a cura di Giulia Basel con la partecipazione di Franca Minnucci

Venerdì 28 e Sabato 29 Febbraio ore 20.45 e Domenica 1 marzo ore 20.00

ATTORNO A UN TAVOLO

piccoli fallimenti senza importanza

Teatro delle Ariette

 

di Paola Berselli e Stefano Pasquini
 con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi e Stefano Pasquini
 scenografia e costumi Teatro delle Ariette 
regia Stefano Pasquini
 segreteria organizzativa Irene Bartolini

 

Si ringraziano le Storiche Cantine Bosco

 

 

Uno spazio scenico condiviso: una Cucina. Un grande tavolo al centro. Attorno ci sono tavoli da lavoro, forno, pentole, fornelli, taglieri e mattarelli. 
Paola, Stefano e Maurizio accolgono gli spettatori, li fanno accomodare attorno al tavolo e apparecchiano.


 

Così comincia la cena e i tre attori, servendo acqua e vino, focacce, formaggio, verdure e tagliatelle, raccontano storie di vita (di teatro, di agricoltura, di paura di volare, di amici e di cinghiali), esperienze personali, piccoli fallimenti apparentemente senza importanza, inquietudini che attraversano il nostro presente.


 

Al termine della prima serata Incontro con la Compagnia a cura di Massimo Vellaccio. 

 

CENA SPETTACOLO €20 / PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
 - POSTI LIMITATI

COMUNICAZIONE RINVIO SPETTACOLO IL PESCIOLINO D'ORO 1 marzo

A seguito degli eventi legati al coronavirus che hanno colpito l' Italia in questa settimana e alla fobia da contagio che si è sviluppata in queste ore, ci vediamo costretti a rinviare lo spettacolo di teatro per ragazzi previsto per Tutti a Teatro! di domenica 1 marzo ore 17, " Il Pesciolino d'oro"  della compagnia toscana Teatrino dei Fondi. Con grande rammarico avevamo dovuto già annullare le repliche in matinée per le scuole, a seguito della direttiva del Miur.
Andrà invece regolarmente in scena lo spettacolo a prenotazione obbligatoria "Attorno a un Tavolo" al Florian Espace.
Per gli spettacoli rinviati daremo tempestiva comunicazione delle nuove date possibili.
Ci auguriamo la situazione torni serena nel più breve tempo possibile, per riprendere tutti le nostre attività.

Florian Metateatro

Venerdì 21 Sabato 22 Febbraio ore 20.45 al Florian Espace

TRUMAN CAPOTE Questa cosa chiamata amore

Florian Matateatro in collaborazione con Teatro della Toscana

 

di Massimo Sgorbani con Gianluca Ferrato, impianto e regia Emanuele Gamba, le scene di Massimo Troncanetti e i costumi Elena Bianchini, luci e fonica Renato Barattucci, assistente di palco Miriam Di Domenico.

Uno straordinario Gianluca Ferrato è il protagonista di questo irresistibile monologo sulla vita del grande scrittore americano Truman Capote, in uno spazio teatrale mutevole e leggero, una pelle prismatica di camaleonte pronto alla trasformazione, com’era la lucentezza della prosa dell’autore di “A sangue freddo” e "Colazione da Tiffany”

Lo spettacolo, che ha debuttato lo scorso anno a Pescara al Florian Espace, per essere subito presentato a Roma all’Off- Off Theatre ed in altre piazze, riparte ora da Pescara per una tournée che lo porterà di nuovo a Roma, questa volta al Teatro Tor Bella Monaca in

diverse serate, poi con numerose repliche nei prestigiosi Teatro Bellini di Napoli e, per la prima volta, al Teatro Rossetti di Trieste.

 

 

 

“L’incontro con Capote si rivela significativo. La regia di Emanuele Gamba modula in modo sapiente il testo con i tagli di luce, le gigantografie, gli elementi scenici ... a questo vertiginoso monologo, scritto da Massimo Sgorbani, Ferrato dà vita e irresistibile vitalità, con continui cambi di velocità, con alterazioni della voce e spostamenti repentini, con contagioso ardore.” Franco Cordelli, Il Corriere della Sera

 

Al termine della prima serata Incontro con la Compagnia a cura di Nunzio D'Alessio, promotore culturale e con la partecipazione di Davide Silvestri, presidente de La Formica Viola ed esponente del Coordinamento AbruzzoPride.

E per finire brindisi nella ricorrenza del 32° Anniversario dell’Inaugurazione del Florian Espace con i fondatori Giulia Basel e Massimo Vellaccio.

Sabato 15 Febbraio ore 20.45 e Domenica 16 ore 18 al Florian Espace

AMLETTO

Teatro della Tosse e  Fondazione Luzzati di Genova

testo e la regia di Emanuele Conte

con Enrico Campanati

collaborazione alla drammaturgia Alessandro Bergallo e Alessio Aronne

luci Matteo Selis

costumi Daniela De Blasio

assistente alla regia Alessio Aronne


Un monologo divertente, ironico, di un Amlet(t)o alla ricerca della propria esistenza nella memoria dei tanti personaggi interpretati, vissuti, uccisi e rinati per un'altra replica. Cosa resta di quel personaggio nella vita dell'attore? Forse niente, forse un uomo comune, un uomo normale, che fa cose normali, in un mondo normale. Così può capitare che quell'uomo normale, un bel giorno, mentre sta facendo la spesa, si ritrovi a vagare per la città con due grandi sacchetti del supermercato. Può capitare che dimentichi la strada di casa, dimentichi anche la casa,  che nella sua testa risuonino solo le battute di Shakespeare, stralci di monologhi, e che fra quelle battute ritrovi sé stesso.

La seconda parte della stagione 19/20 di Teatro d'Autore e altri linguaggi

Mercoledì 5 Febbraio in matinée ore 10 Florian Espace

MUNCH, autoritratto su carne

Compagnia Teatro Binario 7

Prima Regionale

di e con Corrado Accordino collaborazione artistica Simona Bartolena assistente alla regia Valentina Paiano scene e costumi Aurelio Colombo

 

Un urlo, un grido, uno spostamento della realtà dai contorni inafferrabili, un tormento che nasce in noi e si espande sulla vita intorno a noi. Questo non è Munch, o meglio, non è solo Munch.

È l’intero Novecento che si apre su queste premesse. Dio è morto, le guerre indossano per la prima volta nella storia l’aggettivo Mondiale, Freud ha cominciato a mischiare e confondere le carte, la modernità è sinonimo di grandezza, di volontà, di spinte propositive, ma anche di isolamento, di nuovi paradigmi della paura, di nuovi contorni dell’anima. Tutto si trasformerà nel Novecento, tutto perderà il suo senso riconoscibile e oggettivo per trovarne un altro, meno afferrabile, meno riducibile, più potente e anche più pericoloso. Una trasformazione che porterà alla realtà di oggi, che tutti noi conosciamo e subiamo, la Realtà Liquida, così come viene seducentemente definita. Ricca di libertà e possibilità, e allo stesso tempo inafferrabile e molteplice. Oggi sappiamo di essere parte di un tutto, così come ce lo insegna la biologia evolutiva, la fisica quantistica, le scienze comparate o gli assunti religiosi. Un tutto che non possiamo controllare, che non siamo ancora in grado di misurare. Troppe informazioni, troppi punti di vista, troppi interrogativi, troppe immagini, troppi occhi, troppi sinonimi, troppa musica, troppi dubbi, troppi passi.

Sabato 1 Febbraio ore 20.45 Spazio MATTA

TUTTO SCORRE - una fatalità

di Massimo Sgorbani

regia Serena Mattace Raso
con Odette Piscitelli Leoni e Daniele Ciglia

con il sostegno di Oikos - Residenza per Artisti e Residenze Artistiche Zone Libre – Azioni di sostegno alla creazione contemporanea 

In un giorno qualunque, in corrispondenza di una curva di un’autostrada qualunque, accade una fatalità. Dalla descrizione dell’evento parte l’antefatto narrato dalla protagonista, la guardiana dei bagni di un autogrill. Racconta lo scontro fortissimo, l’incidente che ha causato la morte di un uomo che tutti sembrano aver visto e ricordare, ma che in realtà solo lei conosce bene: è il suo Pantarei, l’uomo dagli occhi enormi dentro i quali trovò l’amore. Uno spettacolo dove il maschile è tremendo e fantastico al contempo, spesso deludente, infine divertente. In scena si confondono la vita della guardiana con il mondo di Enuresi, la sua stella. Un mondo difficile da percorrere, pieno di buchi e di curve, ma anche di favole e poesia.

Massimo Sgorbani, drammaturgo e sceneggiatore, è vincitore con questo testo del Premio Fondi la Pastora nel 2004. Ha ricevuto moltissimi riconoscimementi in tutta Europa, con la sua scrittura tagliente e profonda, ricca di umanità.

 

Lunedì 23 dicembre ore 17.00 Piazza Salotto

La Bella Addormentata

Teatro d’attore e di figura dai 4 anni

 con Flavia Valoppi e Alessio Tessitore
regia Mario Fracassi
Tecnica Renato Barattucci

liberamente ispirata alle fiabe di Perrault e Grimm
drammaturgia Mario Fracassi, Flavia Valoppi, Alessio Tessitore
ideazione scena Tiziana Taucci realizzazione Fabrizio Paluzzi
oggetti di scena Wally e Lara Di Luzio per Arteate

 


Un desiderio profondo anima la storia dei due sovrani tristi: avere un figlio. Proveranno di tutto e la corte si animerà di stravaganti figure con fantasiose soluzioni. Dopo l'astrologo di corte, il cuoco, la dama, il maniscalco, finalmente qualcosa avverrà e il loro desiderio sarà esaudito.
Una bambina di nome Rosaspina crescerà a corte, tra le mille attenzioni dei novelli genitori, ma qualcosa dovrà ancora accadere, un pericolo che minaccerà la loro felicità.
Attraverso un lavoro che unisce la componente popolare dell’uso dei pupazzi alla ricerca teatrale e alla sperimentazione sui linguaggi espressivi del corpo e della voce, lo spettacolo ha affascinato i bambini di tutta Italia, in tournée da vari anni con gli attori storici del Florian, Flavia Valoppi e Alessio Tessitore.

Teatro d'Autore

I Concerti di Jam&s MARCO FUMO pianoforte

Domenica 15 dicembre ore 18.30 Florian Espace

 

PRESENTAZIONE DEL NUOVO LAVORO

Reflections

Più che una ricerca, questo nuovo lavoro di Marco Fumo è una vera e profonda meditazione sulla vita nella e per la musica. Dal Barocco allo choro brasiliano, dal ragtime allo stride piano, dal neoclassicismo al tango, dall'impressionismo al jazz; e si fa una domanda: è possibile mettere allo specchio musiche di stili, generi ed epoche diversi? La risposta é un tentativo di riflessione attraverso le possibili combinazioni musicali che possano chiarire dubbi o a provocarne altri.

Un programma che parte con Scarlatti e, passando per Debussy e Copland, arriva fino a Duke Ellington.

 

INTRODUZIONE DI STEFANO ZENNI

Teatro d'Autore

BILLIE HOLIDAY di  Ksenija Prohaska

Sabato 7 dicembre ore 20.45 Florian Espace

una produzione  Florian Metateatro, in collaborazione con Teatro Nazionale di Spalato

di Ksenija Prohaska e Arsen Anton Ostojic

traduzione Sandro Damiani
con Ksenija Prohaska, Daniele Ciglia, Fabio D’Onofrio (pianoforte)

cura dell’allestimento Giulia Basel
disegno luci Andrea Micaroni
regia Arsen Ostojic

 

Dopo il positivo debutto di questa estate con la prima nazionale in lingua italiana al Teatro D’Annunzio nell’ambito del PEFEST- Pescara Festival, torna in scena Ksenija Prohaska, autrice ed interprete che ripercorre la vita di Billie Holiday un crescendo di emozioni, dall’infanzia fino al successo, alle difficoltà di una vita tra alti e bassi. La Prohaska, insignita del rango di Primattrice Nazionale Croata, è un’artista di livello internazionale che canta e recita con incredibile poliedricità, accompagnata al piano da Fabio D’Onofrio. In scena l’attore pescarese Daniele Ciglia impersona Charlie, il fidato barista con cui Billie intesse un dialogo fiume tra ricordi, sogni, speranze di una delle più grandi interpreti del ‘900.

 

Al termine della serata Incontro con la Compagnia a cura di Massimo Vellaccio con  la partecipazione di Fabio Ciminiera, critico musicale.

 

SI CONSIGLIA DI PRENOTARE AI NUMERI

085/4224087 - 393/9350933

Danza

BODY THINGS di Macia Del Prete

Domenica 1 dicembre ore 17.30 Florian Espace

 

Collettivo Trasversale/ Art Garage

BODY THINGS coreografia Macia Del Prete

danzatori Fabio Calvisi, Alice Mantovani, Giuseppe D’andrizza, Anita Lorusso, Thomas Piasentin, Alessandro Rigamonti

“Il vostro corpo non è altro che il vostro pensiero; una forma del vostro pensiero visibile, concreta.
 Spezzate le catene che imprigionano il pensiero e anche il vostro corpo sarà libero” R.BACH

La giovane e dirompente coreografa Macia del Prete con un collettivo di sei performer in scena per uno spettacolo sul corpo e l’anima. Dalla forma alla sua trasfigurazione, dall’attenzione alle pulsioni carnali e sessuali alla trascendenza metafisica, dalla narrazione epica a quella del quotidiano fino alla perdita di identità e via continuando, con gli innumerevoli temi a cui il corpo è chiamato continuamente ad esser simbolo.

Al termine della serata Incontro con la Compagnia a cura di Isabella Micati e la partecipazione di Cristina Squartecchia

Teatro d'Autore

TANGERI di Silvano Spada

Venerdì 29 novembre ore 20.45 Florian Espace

una produzione Florian Metateatro in collaborazione con Off Off Theatre di Roma,

diretto e intepretato da Gianni De Feo

Lo spettacolo di teatro-canzone rievoca la figura del celebre cantante e ballerino spagnolo Miguel de Molina, mito di Pedro Almodovar, vissuto durante la dittatura franchista e da questa perseguitato a causa delle sue idee antifasciste e della dichiarata omosessualità. Le tante avventure che hanno costellato la sua vita, fino all’incontro con Federico Garcia Lorca e Manuel de Falla, i primi successi, l’eccentrica e sregolata vita notturna che precede l’avvento della Guerra Civile. Riemerge il mito di Tangeri, ricordo struggente, isola di libertà e dissolutezza tanto amata dai poeti e dagli artisti di tutto il mondo. Gianni de Feo regala alla scena un’interpretazione poliedrica tra canto e performance attoriale con la marcata presenza scenica che lo contraddistingue. E’ accompagnato da una partitura sonora che spazia dalla chitarra classica al barocco di Vivaldi, dal minimalismo di Philip Glass al tango argentino.

Al termine della serata Incontro con la Compagnia a cura di Nunzio D'Alessio promotore culturale con la partecipazione di Davide Ronsinsvalle per Associazione Jonathan componente del Coordinamento Abruzzo Pride

Tangeri è il secondo appuntamento Lgbt presentato al Florian, dopo Ci vediamo all’alba di di Zinnie Harris, in collaborazione con l’Abruzzo Pride.

Entrambi gli spettacoli dopo Pescara parteciperanno al Festival Lecite/Visioni storie di amori lgbt - Milano Teatro Filodrammatici 8° edizione

Teatro d'Autore

CI VEDIAMO ALL’ALBA  di Zinnie Harris

Mercoledì 20 e Giovedì 21 novembre ore 20.45 Florian Espace

 

traduzione di Monica Capuani

con Francesca Ciocchetti Sara Putignano regia di Silvio Peroni

"Che paese, amici, è questo?"

Dal testo di Zinnie Harris, ricco di suspence e tensione, che tratta di temi universali: la paura, la desolazione e l’amore. Due donne si trovano su una spiaggia lontana dopo un violento incidente in barca. Stordite dall’accaduto, cercano un percorso verso casa. La terra sconosciuta nella quale sono giunte non è ciò che sembra.

Onesto e lirico, è una favola moderna che riporta echi letterari da “Mary Rose” di J. M. Barrie, a “A porte chiuse” di Sartre fino alla Dodicesima Notte.

Un lavoro incentrato sul racconto e sulle relazioni fra autore, attore e spettatore, che mette da parte la spettacolarità della rappresentazione e produce un triangolo comunicativo basato sul messaggio del testo e sulle immagini emotive che le parole ricreano, in cui il pubblico può trarre un suo senso.

 

Al termine della prima serata Incontro con la Compagnia a cura di Giulia Basel con la partecipazione di Chiara Di Marcantonio del Coordinamento Abruzzo Pride.

Teatro d'Autore

UN INTERVENTO di Mike Bartlett

Venerdì 15 novembre ore 20.45   Florian Espace

 

regia di Fabrizio Arcuri con Gabriele Benedetti Rita Maffei

traduzione Jacopo Gassman

 

Due attori davanti a un sipario che non si aprirà mai: Fabrizio Arcuri mette in scena per la prima volta in Italia il testo di Mike Bartlett, classe 1980, con un testo della moderna drammaturgia inglese di grande successo di pubblico e critica. Arcuri continua il suo percorso di ricerca visiva e ma anche di responsabilità sociale verso il teatro stesso, dei suoi interpreti e spettatori. Bartlett gli offre due personaggi senza nome, A e B, alla maniera di Samuel Beckett, e sembra suggerire che si tratti di un piccolo episodio di vita di tutti i giorni, senza il bisogno di ricorre all’artificio della rappresentazione. Non chiede agli spettatori di immedesimarsi, ma di partecipare a un dibattito e prendere continuamente una posizione. Gli stessi attori parlano tra loro ma si confidano con il pubblico, da quale parte stare? Siamo favorevoli a un intervento? Ma a quale?
Cinque atti brevi per riflettere sui nostri comportamenti, sul nostro disagio nelle relazioni, sul nostro disagio nello stare al mondo, nel vivere in questa società, sull'origine stessa di questo disagio.

"Spettacolo ben costruito che diventa una beffarda fotografia umana contemporanea”
Anna Bandettini, La Repubblica

Teatro d'Autore

I Concerti di Jam&s

Michele Di Toro

pianoforte / Inside the heart

Domenica 10 novembre ore 18.30 Florian Espace

L'Associazione JAM&S e il Florian Metateatro presentano il nuovo appuntamento della programmazione di musica jazz, e non solo, curata da JAM&S - Jazz Association Music & Soul.

 

Il pianista abruzzese di fama internazionale presenterà il nuovo disco Inside the heart, in un concerto ricco di energia e creatività, con quella carica vitale tipica di un artista che spazia da sempre tra i generi, offrendo performance musicali dal jazz al blues alla musica pop, con l’aggiunta di quella componente improvvisativa che ne ha fatto, negli anni, un pianista apprezzato da pubblico e critica, notoriamente dalle abilità tecniche e ritmiche straordinarie.

Teatro d'Autore

Paolo dei Lupi

LIBERAMENTE ISPIRATO ALLA VITA DI PAOLO BARRASSO BIOLOGO E POETA

Sabato 2 Novembre ore 20.45 TUTTO ESAURITO

Domenica 3 ore 17.30 e REPLICA STRAORDINARIA ore 20.45 Florian Espace

SI CONSIGLIA DI PRENOTARE

 scritto e interpretato da Francesca Camilla D’Amico regia di Roberto Anglisani Scene William Santoleri, canzone originale di Hannah Fredsgaard-Jones

Con il patrocinio del Parco Nazionale della Majella

 

Lo spettacolo nasce dalla storia dell’ indimenticato Paolo Barrasso, poeta e biologo abruzzese, che si occupava della salvaguardia del Lupo Appenninico e che scomparve nel ’91 proprio in montagna. La narrazione di Francesca Camilla d’Amico è uno sguardo sui miti legati alla figura del lupo, con le poesie di Paolo e la sua storia di amore e dedizione verso gli animali e la natura. Uno spettacolo per tutti, che racconta come l’uomo possa ambire a trovare l’equilibro sano con gli altri essere viventi. L’avventura teatrale di Francesca Camilla D’Amico è stata accompagnata dalla residenza teatrale Oikos del Florian Metateatro, (Pescara, Città Sant'Angelo) da Montagne Racconta (Montagne, Treville -Trento) Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina Terrarte delTeatro delle Condizioni Avverse (Montopoli, Poggio Mirteto, Salisano - Rieti)

ed è stata presentata in una prima versione al Festival Palla al centro, con grande interesse da parte di critica e pubblico. Un lavoro che si farà strada, in un mondo sempre più bisognoso di buoni esempi e buone pratiche, come quelle che Paolo Barrasso ci ha lasciato in eredità per il futuro.

 

Al termine della prima serata INCONTRO CON LA COMPAGNIA a cura di Giulia Basel con la partecipazione di Edoardo Micati

Teatro d'Autore

Mi chiamo Andrea, faccio fumetti

Vita di Andrea Pazienza di Christian Poli

Sabato 26 Ottobre ore 20.45 e Domenica 27 ore 17.30 Florian Espace

 

con Andrea Santonastaso regia di Nicola Bonazzi

 

“Mi chiamo Andrea, faccio fumetti è una biografia, ma non è una biografia. È un monologo disegnato.

È un omaggio che non vuole omaggiare nessuno.

È una dichiarazione di resa di fronte alle sentenze perentorie del destino”

 

Andrea Santonastaso nasce come disegnatore di fumetti, studia con grandi fumettisti come Igort, Iori, Cavazzano. Passa al teatro nel ’93 e in questo spettacolo narra, attraverso le parole scritte da Christian Poli, l'arte del più grande disegnatore di fumetti che il nostro paese abbia avuto, quell’Andrea Pazienza cresciuto nel Liceo Artistico di Pescara e che proprio lì ha animato la vita artistica degli anni ’70.

Santonastaso “dichiara” la sua impotenza di fronte al talento immenso di PAZ, istrione del pennarello, ma lo fa con un racconto disegnato, in una formula fantasiosa per il teatro, capace di stupire e innamorare attraverso le storie di Pentothal, Zanardi, Pertini, fino all’indimenticabile Gli ultimi giorni di Pompeo.

 

Andrea Santonastaso

è nato a Bologna, vive a Vignola, ha studiato con Igort, Iori, Cavazzano, poi ha deciso di fare l'attore. Recita dal '93.

Christian Poli

è nato a Bologna dove vive. Scrive, scrive, scrive. Per il cinema, per la pubblicità, per la fiction. Collabora con la Bottega di Narrazione Finzioni fondata da Carlo Lucarelli.

Entrambi hanno amato, amano ed ameranno per sempre follemente l'Arte di Andrea Pazienza.

Il Teatro dell’Argine

ha deciso da subito di sposare il progetto di Andrea Santonastaso, poiché, nell’intreccio di storia sociale e biografica che lo spettacolo realizza, ha ritrovato le ragioni della propria poetica, e di un percorso spesso volto allo scandaglio di figure e temi di un passato recente in grado di parlare alla sensibilità contemporanea.

 

 

Al termine della prima serata INCONTRO con la compagnia a cura di Paolo Ferri con la partecipazione di Albano Paolinelli

Teatro d'Autore

Neve di Carta di Letizia Russo

venerdì 18 e sabato 19 ottobre ore 20.45

 

 da Ammalò di testa di Anna Carla Valeriano con Elisa Di Eusanio, Andrea Lolli
regia Elisa Di Eusanio, Daniele Muratore

NEVE DI CARTA è liberamente ispirato al libro di Annacarla Valeriano “Ammalò di testa - storie dal manicomio di Teramo (1880 -1931) ”, luogo dove si veniva internate per motivi futili, irrequietezze o esuberanze caratteriali e dimenticate per una vita intera.
Letizia Russo ha creato una struggente ballata scritta in versi tra due contadini abruzzesi del 900, Gemma e Bernardino, che evoca precisamente il mito di Orfeo ed Euridice, a cavallo di un momento storico difficile, tra le due guerre.

La campagna abruzzese fa da sfondo alla vita di Bernardino, dove vive e fatica da sempre, fino a quando riceve inaspettate notizie dell’amata Gemma, chiusa ormai da molti anni nel manicomio. E’ allora che inizia il suo e il loro viaggio, Bernardino per riprendersi il suo amore e Gemma per riprendersi la sua vita. Le interpretazioni potenti di Elisa Di Eusanio e di Andrea Lolli, la scrittura asciutta e senza scampo di Letizia Russo, ci offrono un lavoro importante e tagliente, nella sua verità, che ha appena debuttato con grande successo all’Argot di Roma.

Al termine della prima serata incontro con la compagnia a cura di Massimo Vellaccio e la partecipazione di Anna Carla Valeriano

 

 

Al termine della prima serata incontro con la compagnia a cura di Massimo Vellaccio e la partecipazione di Anna Carla Valeriano


Il premio Delfino d' oro del Comune di Pescara a Giulia Basel

Nella giornata del 10 Ottobre il Sindaco di Pescara ha consegnato il premio Delfino d' oro a Giulia Basel per la sua attività di sperimentazione teatrale.
Nella foto Giulia Basel con l' Assessore alla Cultura del comune Maria Rita Paoni Saccone.

La direttrice artistica del Florian, Giulia Basel, riceve il premio del Delfino d' Oro dal Sindaco di Pescara
La direttrice artistica del Florian, Giulia Basel, riceve il premio del Delfino d' Oro dal Sindaco di Pescara


Riparte la stagione del Florian Metateatro con

Teatro d'Autore e nuovi linguaggi

Programmazione di Ottobre

primo spettacolo 11 e 12 ottobre ore 20.45 Florian Espace

QUARTETT di Heiner Muller tra i più importanti drammaturghi del teatro tedesco del XX sec., portato in scena da Cristina Golotta e Roberto Negri, con la regia di Alessandro Marmorini.
Si prosegue venerdì 18 ottobre ore 20.45 con NEVE DI CARTA dal libro “Ammalò di testa” di Anna Carla Valeriano e trasposto per il teatro della giovane e talentuosa drammaturga Letizia Russo. Un progetto di Elisa Di Eusanio, , che ne cura la regia assieme a Daniele Muratore ed è in scena con Andrea Lolli; nasce da una storia vera dal manicomio di Teramo, con una interpretazione intensa e toccante.
Si continua sabato 26 alle 20.45 e il 27 ottobre alle 17.30 con il racconto di un grande personaggio della storia pop nazionale MI CHIAMO ANDREA FACCIO FUMETTI,  su Pazienza, cresciuto nel Liceo Artistico di Pescara dove ha frequentato, oltre che animato, la scena artistica anni ’70. Lo spettacolo è un omaggio appassionato a Paz, fatto dall’attore-fumettista Andrea Santonastaso che in scena porta carta e pennarelli per raccontarci le avventure di personaggi immortali e ormai di culto. Spettacolo di Christian Poli, regia di Nicola Bonazzi, produzione teatro dell’Argine di Bologna.

 

Download
Comunicato Stagione19:20.pdf
Documento Adobe Acrobat 652.1 KB
Download
Spettacoli ott-dic Florian.pdf
Documento Adobe Acrobat 451.7 KB

Quartett di Heiner Muller

venerdì 11 e sabato 12 ottobre ore 20.45 Florian Espace

 

traduzione Saverio Vertone
con Cristina Golotta Roberto Negri
regia di Alessandro Marmorini

Opera che punta su di un immaginario estetico classico e quasi pittorico e che fa orbitare il testo attorno alla relazione tra i due personaggi, un Adamo ed un Eva moderni, due figure archetipiche confinate nel vuoto.

Dal testo di Heiner Muller, definito il “massimo esponente del teatro vivente” dopo Samuel Beckett.

In arrivo la nuova Stagione Florian

Teatro Contemporaneo - Teatro Ragazzi - Residenze - Laboratori teatrali per bambini, ragazzi, adulti

 


Scenari Europei - un giovane Festival dal 19 al 22 settembre

Download
Scenari 2019DEF.pdf
Documento Adobe Acrobat 382.0 KB

Le compagnie presenti  Muta Imago, Le Ore Piccole, I Nuovi Scalzi, Mind the Step, Carolina Cametti, Collettivo Lunazione

in collaborazione con Premio Scenario

Download
Premio Scenario_focus.pdf
Documento Adobe Acrobat 218.5 KB

Download
muta imago focus.pdf
Documento Adobe Acrobat 266.5 KB
Download
Il colloquio focus.pdf
Documento Adobe Acrobat 111.0 KB


Download
Comunicato stampa Tutto fu ambito e tutt
Documento Adobe Acrobat 1.3 MB

Città Sant’Angelo

giovedì 8 Agosto ale 21

Chiostro San Francesco

 

Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale

presenta

Ksenija Prohaska

in

Recital

musica e parole

con l’artista internazionale

Ksenija Prohaska

accompagnata al pianoforte da Fabio D’Onofrio

con la partecipazione di Sandro Damiani

 

Dopo il successo di ieri, martedi 6 agosto, al Teatro D’Annunzio con la prima in italiano dello spettacolo “Billie Holiday”, per la stagione dell’EMP-Ente Manifestazioni Pescaresi, ci sarà ancora occasione di ascoltare l’artista internazionale Ksenija Prohaska con un nuovo lavoro, nella suggestiva cornice del Chiostro San Francesco di Città S.Angelo per la programmazione estiva del Comune E State a Città S.Angelo giovedì 8 Agosto ale 21.

Ksenija Prohaska in Recital è una forma di spettacolo che ha per protagonista la stessa interprete che, con le suggestioni di Sandro Damiani, critico e giornalista di Fiume-Rijeka, ripercorrerrà le tappe della sua vita e della sua carriera. Carriera che l’ha vista partire dalla Croazia per raggiungere gli States, il Cinema e poi tornare in Europa e partecipare da primattrice alle grandi produzioni dei Teatri Nazionali di Spalato e di Zagabria. Allo stesso tempo il suo percorso è costellato di spettacoli da lei concepiti e realizzati, nei quali si esprime anche il suo grande talento di cantante e la sua capacità di amare, comprendere e far rivivere grandi artiste come Edith Piaf, Marlene Dietrich e Billie Holiday. Il Recital sarà contrappuntato dunque di canzoni di queste grandi, ma anche di altre attrici quali Melina Mercuri. Marilyn Monroe, Liza Minnelli. Ksenija Prohaska sarà accompagnata al pianoforte dal talentuoso Fabio D’Onofrio, che è stato suo compagno di scena anche al Teatro D’Annunzio.

Ksenija Prohaska è un’artista Croata di levatura internazionale (che recita in Croato, Inglese, Italiano, Spagnolo, e canta anche in francese e tedesco). Dopo la formazione al Teatro di Zagabria e i primi successi in patria, sia in teatro che al cinema, nel 1987 si trasferisce negli Stati Uniti: a Hollywood, dove si perfeziona sia in recitazione con Rick Eldestein (noto quale regista della serie tv Starsky & Hutch) col quale lavora anche in teatro, che in canto, con vari maestri dell'Actors Studio e del Broadway-style, e continua a pieno ritmo l'attività artistica come attrice di prosa, cinematografica e televisiva. Compare in vari film, tra cui Bugsy di Barry Levinson, con Warren BeattyJoe MantegnaBen Kingsley, nel ruolo di Marlene Dietrich. In qualità di cantante si esibisce in vari club, tra cui alla House of Blues di Los Angeles. Dal 1999 rientra in Croazia e lavora come protagonista per il Teatro Nazionale di Spalato, in patria e all’estero. Nel 2015, il Ministero Croato della Cultura le conferisce il titolo di Artista-Prim’Attrice Nazionale.

INGRESSO € 5

INFO www.florianteatro.com  Tel. 085/4224087 - mobile 393/9350933

Comune di Città S. Angelo 0859696252

 

 



NUOVO PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON RADIOCITTA'



 

ACQUISTO E PRENOTAZIONE BIGLIETTI:

Oltre all'acquisto diretto in botteghino è possibile prenotare per gli spettacoli dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.00 telefonicamente ai numeri 085/4224087 e 393/9350933 oppure via e-mail all'indirizzo organizzazione@florianteatro.it. Il sabato e la domenica è possibile prenotare, quando c'è spettacolo, solo al numero 393/9350933 a partire da due ore prima dell'inizio. Il botteghino apre un'ora prima dello spettacolo.

 





Sostenete  il nostro progetto di arte, cultura e teatro donando il vostro 5x1000 al

FLORIAN METATEATRO ONLUS  codice fiscale  00275690683

il centro di produzione e promozione culturale

che ha raggiunto i 30 anni di attività quotidiana

Scegliere a chi destinare il proprio 5x1000, al momento di effettuare la dichiarazione dei redditi, è un diritto e non una tassa in più. Infatti, qualora decidessi di non firmare, la tua quota 5x1000 resterebbe allo Stato.

FLORIAN ESPACE

Via Valle Roveto, 39 

PESCARA 65124

085 4224087 - 393 9350933

direzione@florianteatro.it 

organizzazione@florianteatro.it

info@florianteatro.it

P.IVA 00275690683

Codice identificativo destinatario CID: M5UXCR1

posta certificata:   florianteatro@pec.it

Sostenere la cultura non ti costa nulla

Dona il 5x1000 al Florian Metateatro

Basta inserire il codice fiscale del FLORIAN METATEATRO ONLUS - 0027569068