BILLIE HOLIDAY

di Ksenija Prohaska e Arsen Anton Ostojic

traduzione Sandro Damiani

con Ksenija Prohaska, Daniele Ciglia, Fabio D’Onofrio (pianoforte)

cura dell’allestimento Giulia Basel

disegno luci Andrea Micaroni

regia Arsen Ostojic

 

 Inverno 1948/49. La pièce si apre con Charlie che entra nel locale e accende le luci, posa un mazzo di gardenie, accende la radio. La radio dà la notizia che quella sera Billie Holiday farà la sua grande rentrée, con un concerto alla Carnagie Hall, dopo che da poco è uscita dall'istituto/carcere di Alderson, dove ha scontato una pena di otto mesi, causa uso di droghe. Charlie, mentre ascolta la radio, fa ordine. Dall'esterno si sente una voce chiamarlo. Va ad aprire. E' Billie Holiday con il suo pianista Bobby Tucker.


Download
Billie Holiday.pdf
Documento Adobe Acrobat 326.9 KB

FLORIAN ESPACE

Via Valle Roveto, 39 

PESCARA 65124

085 4224087 - 393 9350933

direzione@florianteatro.it 

organizzazione@florianteatro.it

info@florianteatro.it

P.IVA 00275690683

Codice identificativo destinatario CID: M5UXCR1

posta certificata:   florianteatro@pec.it

Sostenere la cultura non ti costa nulla

Dona il 5x1000 al Florian Metateatro

Basta inserire il codice fiscale del FLORIAN METATEATRO ONLUS - 0027569068